Ucciso per sigaretta, condannato minore

Aveva poco più di 16 anni quando uccise un giovane di 24 anni, Maurizio Lutricuso, con 7 colpi di pistola, soltanto per una sigaretta negata: il Tribunale dei Minorenni di Napoli ha condannato a 23 anni di reclusione uno degli esecutori materiali di quell'efferato delitto, S.I., detto "'o malegno" (il maligno, ndr). L' omicidio fu commesso davanti a una discoteca, la "Private One", di Pozzuoli (Napoli), la notte tra il 9 e 10 febbraio del 2014. Con lui c'erano anche altri giovani, ritenuti affiliati al clan Sibillo-Giuliano, tra cui i fratelli baby boss Pasquale ed Emanuele Sibillo, e Vincenzo Costagliola, già condannato a 20 anni per questo stesso omicidio, anche lui ritenuto componente della cosiddetta "paranza dei bambini". Il tutto venne ripreso dalle telecamere del sistema di videosorveglianza della discoteca. A inchiodare i killer, però, fu un'intercettazione ambientale, a casa di un altro baby boss dove, dopo avere parlato del fatto, tutti mangiarono un panino, come se nulla fosse successo.

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Il geologo Tozzi: 'Disastro Ischia? La colpa è dei sindaci' - Video
    Il Mattino
  2. Donano agli sfollati prodotti dell'orto dell'albergo chiuso per il sisma, sorelle premiate a Ischia
    Napoli Repubblica
  3. Ecco il solito soggiorno anziani ad Ischia con i Cardones
    Edizione Caserta
  4. Campania, Palmeri: 'intesa con Inps per pagamento immediato NASPI lavoratori Ischia'
    Il Velino
  5. Torna a Ischia 'La Filosofia, il Castello e la Torre', 65 esperti per la terza edizione sul tema 'Valori, continuità e cambiamento'
    Napoli Repubblica

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Ischia

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...